+39 0376 158 7316 | numero verde: 800 820 505 info@informapmi.it

L’e-commerce si inserisce in un contesto, quello del nostro, che si caratterizza purtroppo per un gap di digitalizzazione storico nei confronti degli altri Paesi europei, che hanno intrapreso la strada dell’omnicanalità e dell’innovazione, diversificando il proprio business e digitalizzando la propria attività per aprire nuove opportunità commerciali.

Oggi in Italia solamente 1 su 7 delle aziende che sono online riesce a fare un fatturato consistente con l’e-commerce.

Le Pmi italiane sono la colonna portante del PIL italiano, quelle sotto i 50 milioni di euro impiegano l’82% dei lavoratori nazionali, tuttavia la loro digitalizzazione è limitata ed è una mancata opportunità per tutto il Paese.

Il mancato utilizzo del digitale limita la possibilità di continuare a vendere nel nostro Paese, anche in considerazione dell’attuale pandemia, che limita gli spostamenti fisici, così a maggior ragione viene a mancare la possibilità di approcciarsi ai mercati esteri, in questo anno così sfidante.

Sommario

$

Qual è il vantaggio offerto per chi vuole vendere online con e-commerce tramite il nostro metodo.

$

Quali prodotti hanno più opportunità di successo con e-commerce?

$

Caso studio prodotti B2C

$

Gli aiuti finanziari

$

Come espandersi con l’e-commerce: inizia con il check up gratuito

Qual è il vantaggio offerto per chi vuole vendere online con e-commerce tramite il nostro metodo

 

01-ecommerce-pmi

Per aiutare le aziende a vendere online, creiamo tutto il sistema digitale o ne rivediamo i processi per aumentarne le performance.

Ci occupiamo della sua gestione, come per esempio la gestione dell’inventario, i processi di pagamento, il tracking delle spedizioni, lo sviluppo di reportistica sia per l’Italia che per l’estero, l’integrazione con i software amministrativi e di spedizione e molto altro per ottenere un chiavi in mano che non lascia spazi a potenziali lacune.

Ci occupiamo di come creare o posizionare il proprio brand aziendale e di prodotto, come poter utilizzare al meglio il marketing digitale ed i canali social, fino agli aspetti finanziari, di controllo di gestione di business model e molto altro, tutto ciò grazie all’associazione che ha competenze integrate tra i 14 professionisti che l’hanno fondata.

Ricordo a questo proposito le 5 aree di InformaPmi:

Il digitale permette di personalizzare e differenziare impresa e prodotto, anche perché non è più possibile standardizzare com’è avvenuto nella trasformazione dell’Erp degli anni 2000.

Il digitale è strettamente legato all’approccio del proprio mercato e quindi bisogna essere seguiti da competenze integrate come quelle della nostra associazione “InformaPmi” che permettono un sistema di sviluppo uguale al processo delle multinazionali ma con investimenti e tempi adeguati alla crescita.

Un altro vantaggio di vendere con e-commerce online è la possibilità di raggiungere il consumatore finale direttamente senza intermediari anche all’estero con un conseguente forte taglio di spese per trovare e pagare distributori. Ottimi risultati per molti prodotti B2C si ottengono all’estero in paesi come Germania, Regno Unito, Francia, Spagna per quanto riguarda l’Europa e abbiamo esperienza anche negli Stati Uniti, Giappone ed Emirati.

Disponiamo inoltre di un magazzino per lo stoccaggio della merce e per ridurre i costi della logistica.

Quali prodotti hanno più opportunità di successo con e-commerce?

 

ecommerce-prodotti-B2C

Come italiani abbiamo una grande fortuna, perché siamo riconosciuti a livello mondiale tra i produttori di eccellenze.

I settori nei quali abbiamo già fatto esperienza e sappiamo funzionare bene, riguardano il beauty e la cura per la persona, il tempo libero e la valigeria.

Se fai parte di questi settori ti invitiamo a passare subito al check up gratuito, perché potremmo essere noi ad investire nella tua azienda!

Quando si parla di e-commerce si deve trovare un equilibrio tra prezzo di vendita e costi di gestione come la logistica, il marketing e la pubblicità.

Se il nostro è un prodotto confrontabile e di basso costo, per renderlo di successo occorre differenziarlo e rivederne il concept per renderlo più accattivante, ma soprattutto deve rispettare un equilibrio tra valore percepito e prezzo oltre che di costi per produrlo che deve rispettare precisi parametri che con l’esperienza abbiamo reso matematici tanto da poter garantire il successo nella vendita o restituire l’investimento che viene fatto con noi.

Caso studio prodotti B2C

 

ecommerce-caso-studio

Porto per tutti un evidente caso di successo di un’azienda di Schio (VI) che abbiamo aiutato in questi ultimi mesi.

L’azienda, che vende prodotti per il consumatore finale, è guidata da una famiglia illuminata e disposta a investire nel digitale, ha puntato sulla qualità del prodotto e sullo sviluppo della vendita online con e-commerce e su altri canali digitali, anche per internazionalizzare.

Negli ultimi 5 mesi, hanno potuto incrementare mensilmente il loro fatturato con una progressione incredibile rispettivamente del 10%, del 49% del 13% e infine, a novembre scorso, grazie al Black Friday, di un ulteriore 49% ogni mese rispetto alla mensilità precedente!

Se consideriamo che l’azienda non è una start up (ha già uno storico di 5 anni), e un fatturato fino a 1 milione di euro prima del nostro intervento e che, fino ad ora, ha venduto solo in Italia, questi risultati si possono ritenere straordinari, ma evidentemente non impossibili e con forte opportunità di espansione (all’estero), nonostante il Covid.

Gli aiuti finanziari

 

ecommerce-finanziamenti

Qualsiasi sia il progetto, rivolto ad aziende che vendono prodotti fisici ai consumatori (B2C) o alle aziende (B2B), si può usufruire del pieno supporto della politica nazionale, che si concretizza anche con vari tipi di finanziamenti a fondo perduto.

Inoltre il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha sottolineato l’importanza di ridurre il gap con le realtà estere, utilizzando anche «i crediti di imposta per l’accesso a beni strumentali come le piattaforme di ecommerce».

Per Patuanelli è ancora troppo basso il PIL che viene generato dal B2C italiano: “è un decimo rispetto ad altri paesi europei: dobbiamo insegnare alle Pmi, come si fa business in digitale. Per questo abbiamo potenziato il credito formazione 4.0, con credito di imposta per formazione dipendenti e imprenditori“.

Occorre affidarsi a chi conosce questi tipi di finanziamenti sia per essere aggiornati sull’opportunità di poterli ricevere, sia per non incorrere in spiacevoli sorprese quando è ora di riscuotere.

Come espandersi con l’e-commerce: inizia con il check up gratuito

e-commerce-checkup

Al di là dei risultati, serve rendere consapevoli i titolari di impresa che i servizi digitali come l’e-commerce, ottengono ritorni, solo a fronte di investimenti monetari e impegno di tempo, ma diventano un’opportunità concreta con potenziale enorme, aprendo a tutti gli effetti un nuovo ramo aziendale con tutto l’impegno e i costi che ne conseguono.

Per favorire l’avvio dell’e-commerce da parte delle Pmi o accellerarne quello già esistente, abbiamo messo a punto un check up a step con prima fase gratuita che permette di capire in che situazione digitale si trova l’impresa e, soprattutto, se i prodotti che produce hanno potenzialità di vendita in Italia e all’estero.

Il check up fornisce concretamente anche:

– quanto si deve investire (in base alla situazione emersa)

– tempi certi di ritorno garantito dell’investimento (R.O.I.)

 

Una volta verificata la fattibilità del progetto tramite check up, ci sono varie formule di investimento che permettono anche a microaziende o start up di investire in modo sereno ammortizzando velocemente i costi di avviamento e/o riducendoli cedendo una quota parte degli introiti.

“L’e-commerce non è per tutti, ma per molti”.

Per ulteriori domande e informazioni scrivi all’indirizzo mail s.battistella@informapmi.it

Scoprilo se anche la tua azienda può vendere con ecommerce in Italia e all’estero:

RICHIEDI IL TUO CHECK UP GRATUITO

L’e-commerce. Un nuovo ramo aziendale obbligatorio per espandere le nostre imprese.
error: Content is protected !!
Share via
Copy link
Powered by Social Snap