+39 0376 158 7316 | numero verde: 800 820 505 info@informapmi.it

20 anni di ENERGIA/GAS….. e ancora scopro cose nuove che mi stupiscono!

Molto spesso mi trovo a parlare con Clienti e le frasi più soventi sono:

h

Sommario

$

Che oneri applica il fornitore che mi stai proponendo?

$

Come mai hanno tutti i miei dati, sanno chi è il mio fornitore e che ho pagato troppo?

$

Spesso mi viene comunicato un prezzo materia prima più basso del mio

$

Abito in una bifamiliare e il mio vicino, che ha la casa grande come la mia, a parità di condizioni paga molto meno di me

Cercherò di rispondere in modo semplice e chiaro a molte domande le prossime volte sempre : “A PICCOLE DOSI”.

Vi invito, pure,  a pormi domande, anche le più scontate, anche le più complesse……(sperando di riuscire a dare sempre qualche risposta)

Partiamo dalla Prima domanda, la più sentita…

Questo primo quesito mi viene posto un po’ da tutti , Clienti medio piccoli, piuttosto che Clienti domestici. Tuttavia qualche volta mi vengono poste le stesse domande anche da Clienti un po’ più grandi.

Ma iniziamo!

Che oneri applica il fornitore che mi stai proponendo?

Area Costi InformaPMI

Da dove scaturiscono queste perplessità?

Siamo costantemente bombardati da telefonate, dalla Grecia, dall’Albania, dall’Italia, dalla Cina, uffici per l’energia, associazioni consumatori mai sentite, ufficio dispacciamento, ufficio distribuzione ecc. ecc.  Sostanzialmente, da tutto il mondo.

Anch’io come tutti voi possiedo un cellulare dotato di SIM, ho anch’io una linea fissa come tutti voi ed anch’io ricevo questo tipo di telefonate. Ho la fortuna di potermi difendere come parecchi di Voi.

Nulla contro nessuna di queste realtà, tutti dovremmo avere il diritto al lavoro ma, purtroppo, vengono fornite informazioni da questi “consulenti energetici” che spesso non hanno alcun fondamento, inventando qualsiasi cosa…… e lo ripeto QUALSIASI COSA, pur di procurarsi un contratto. La maggior parte di queste comunicazioni sono purtroppo fasulle e/o suggerite da chissà quale strategia di comunicazione.

riflessione: si tenga presente che non sono tutte del tipo sopra esposto, ci sono aziende serie che promuovono i loro prodotti onestamente e con Etica commerciale. Il problema è che non riusciamo più a riconoscerle in mezzo alle altre.

Apprendiamo da alcune trasmissioni proteste in tal senso, data la continua, martellante, aggressiva, capacità di questi soggetti che applicano un marketing che di etico e di professionale non ha nulla. Anzi, neppure è marketing!!!

Pensiero: il primo pensiero che mi viene da consumatore però è la seguente:

chi ha dato a questi soggetti l’autorizzazione a vendere questi prodotti energetici e a far firmare pertanto contratti? Agiranno certamente male, forse malissimo, ma chi li ha autorizzati? Chi è preposto a monitorarne la condotta commerciale?

Purtroppo questo fa sì che i Clienti vengano confusi, o in qualche caso spaventati. Pertanto vorrei precisare che:

la spesa per il trasporto e degli oneri di sistema vengono emanate  da ARERA- Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente  e sono uguali per tutti i fornitori che operano nel mercato, in base alla tipologia di contatore e vengono aggiornati da ARERA trimestralmente  o qualche onere anche annualmente. Gli oneri di dispacciamento mensilmente.

Tuttavia, qualche fornitore “furbetto” applica qualcosa in più ma non assolutamente in meno. Nel caso di non corretta applicazione il fornitore rischia pesanti sanzioni. Riassumendo non credete a chi vi offre sconti sugli oneri…… NON CI SARANNO!

Tali oneri, discutibili, troppo salati, non giusti, ecc. ecc. sono comunque pubblici e scaricabili dal sito dell’autorità.

Ci saranno, ad esempio, in questo periodo Covid-19, agevolazioni importanti previste nel Decreto Rilancio per le piccole e medie imprese fornite in bassa tensione.

Le ultime telefonate, a tal proposito così suonano:

“solo facendo un contratto con noi, potrai usufruire degli sconti inseriti dal decreto, poiché siamo stati gli unici autorizzati dall’ufficio delle entrate”

NON VERO! Tutti i fornitori saranno non autorizzati, ma costretti ad applicare ciò che dice il decreto.

Il consiglio: leggere bene i contratti che si sottoscrivono o farli leggere a chi lo fa costantemente come professione e se aderite a contratti telefonici, assumetevi purtroppo la responsabilità.

ESISTE COMUNQUE PER TUTTI lo Sportello per il Consumatore contattabile al numero verde 800 166 654, il servizio gratuito dell’Autorità per l’Energia che assiste i consumatori di elettricità e gas.

Come mai hanno tutti i miei dati, sanno chi è il mio fornitore e che ho pagato troppo?

Risparmio Energetico In forma PMI

Altra trappola, non hanno i tuoi dati, o non dovrebbero averli, non hanno comunque i dati che servono,  di certo non sanno quanto hai pagato lo scorso mese. La strategia è far parlare il cliente, porre domande finchè il Cliente incuriosito non suggerisce le risposte a chi stà telefonando.

riflessione: è chiaro che collaboratori poco seri potrebbero rubare dati e venderli al miglior offerente. Hacker senza scrupoli violare data base delle distribuzioni e rivenderli. Non pensiamo comunque al peggio.

Il consiglio: cercate di dare poche affermazioni, non date alcun dato contenuto nella bolletta e limitatevi a chiedere di inviarvi una mail con loro proposta.

Tuttavia c’è la possibilità che i tuoi dati li abbiamo e ti spiego come potrebbero averli. Cerco di essere più chiara: diciamo che sei mesi fa ti ho telefonato per una fornitore che chiamerò “sole nascente” (nome inventato)  e sono riuscito a farti un contratto energetico). Ho naturalmente ottenuto tutti i tuoi dati che archivio nel mio data base. Passati i sei mei ho tutti i dati per poterti proporre un nuovo fornitore chiamiamolo “luca calante”, ed ecco che conosco i prezzi del primo contratto e conoscerò anche i prezzi del secondo e tutti dati per proporti tra 6 mesi un nuovo contratto. Ed ecco costruito il data base personale.

Parliamo ora dei signori che spesso ci suonano il campanello minuti di chissà quale cartellino.

Il consiglio: facile da risolvere, non siete obbligati a farli entrare in casa vostra o nella vs. azienda. I professionisti chiedono appuntamento. ma anche in questo caso non consegnate nulla. Chiedete di lasciarvi la loro PROPOSTA COMMERCIALE, il bigliettino da visita ed importantissimo LE CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA e sarete voi a contattarli se necessario. Questo ultimo documento dichiara tutte le voci e le condizioni che verranno veramente espletate in fattura, vincoli, obblighi, tempi di recesso, forme di rinnovo.

Spesso mi viene comunicato un prezzo materia prima più basso del mio

Bollette In forma PMI

riflessione: sei certo che sia veramente più basso del tuo?

Possibilissimo questo caso, poiché il mercato energetico cambia in continuazione. Causa Covid-19 quest’anno i valori sono crollati. Ma sapete veramente leggere un contratto energetico ed in particolare le C.G.F. sopra descritte? Siete certi di aver compreso se vi stanno dando un prezzo fisso o un prezzo indicizzato. A quali condizioni si indicizza. Se esistono oneri che vengono emessi a parte piuttosto che compresi nella materia prima? Probabilmente una PMI sa perfettamente tutto ciò. Tremani, il mio studio, si occupa proprio di questo analizza per lavoro contratti energetici da 20 anni. Girateci tutto ciò che avete raccolto e vi aiutiamo.

Magari scoprite che pagate meno allo stato attuale.

Abito in una bifamiliare e il mio vicino che ha la casa grande come la mia, a parità di condizioni paga molto meno di me

Area Costi InformaPMI

Questa è una domanda che suona sempre tra le più interessanti e simpatiche.

Ognuno di noi ha un amico, un vicino di casa, un conoscente del bar, parente ecc. che pagherà sempre meno di noi, consumerà meglio di noi, avrà la macchina più bella della nostra. Se perché caso fosse la stessa auto, lui l’avrà pagata molto meno di noi.

Questa è naturalmente una battuta, in realtà non esistono utenze speculari. Forse simili ma mai uguali. Ognuno di noi a caratteristiche particolari, modi di prelievo. Ognuno di noi nelle nostre aziende abbiamo strumenti diversi, macchinari vecchi, macchinari nuovi. A casa nessuno preleva dalla rete con gli stessi oggetti dall’altro. Chi ha caldo. Chi ha freddo.  Importantissima la data in cui facciamo un contratto. Infinite sono le varianti che influiscono sui prezzi  finali delle comodity.

Il consiglio:  TREMANI di Selica……… UNA MANO TE LE DIAMO NOI.

……… ti aspetto alla prossima puntata di:

L’ENERGIA E IL GAS A PICCOLE DOSI

Area Costi InformaPMI
Share via
Copy link
Powered by Social Snap