+39 0376 158 7316 | numero verde: 800 820 505 info@informapmi.it

Uno dei temi su cui si sono accentrate le dispute giudiziarie negli ultimi anni concerne la validità o meno della c.d. fideiussione ABI, ossia della garanzia rilasciata su schema contrattuale tipo predisposto dall’Associazione bancaria italiana.

Approfondiamo cos’è la fideiussione, la nullità della c.d. fideiussione ABI e le conseguenze della nullità.

Sommario

$

Cos'è la fideiussione

$

La c.d. fideiussione ABI

$

Le conseguenze della nullità

Cos’è la fideiussione

 
uomini si stringono la mano - fideiussione

La fideiussione è un atto con cui un soggetto garantisce personalmente l’adempimento delle obbligazioni che il debitore principale ha nei confronti di un terzo.

Per effetto del rilascio della fideiussione, il garante è quindi obbligato personalmente verso il creditore, in solido con l’obbligato principale.

Di conseguenza, qualora l’obbligazione principale non venga onorata, il creditore potrà richiederne l’adempimento direttamente al fideiussore.

Tale forma di garanzia è molto diffusa nella prassi finanziaria.

È invero assai frequente che gli istituti di credito subordinino la concessione di affidamenti alle imprese al rilascio di fideiussione da parte di terzi.

Ciò accade in particolare per gli affidamenti a favore di società di capitali, quali le srl, le cui obbligazioni bancarie sono sovente garantite da fideiussioni prestate dai soci.

Trattasi, nella maggioranza dei casi, di fideiussioni c.d. omnibus, le quali assistono tutti i crediti dell’istituto verso il cliente, quale che ne sia la fonte, sino alla concorrenza di un ammontare massimo.

Tale forma di garanzia è quindi particolarmente gravosa per il fideiussore, che si trova esposto a tutte le pretese dell’istituto verso il debitore principale, potenzialmente senza limiti temporali.

In ragione della diffusione dello strumento, è soverchiamente cospicuo anche il contenzioso in materia, generato per lo più dai tentativi dei garanti di sottrarsi ai pesanti obblighi derivanti dal rilascio della garanzia.

 

La c.d. fideiussione ABI

 
uomini che discutono - fideiussione ABI

come riferito all’inizio, uno dei temi su cui si sono accentrate le dispute giudiziarie negli ultimi anni concerne la validità o meno della c.d. fideiussione ABI.

Accade infatti che le banche facciano sottoscrivere fideiussioni omnibus sulla base di moduli riproduttivi di uno schema elaborato dall’ABI dichiarato illegittimo dall’Autorità Antitrust nell’anno 2005.

Essendo l’ABI un’associazione tra imprese bancarie, le sue indicazioni, per la normativa Antitrust, potrebbero in realtà costituire un’intesa limitativa della concorrenza tra i suoi associati, con conseguenti dubbi di validità delle fideiussioni a valle redatte dalle banche imponendo l’utilizzo nella fideiussione di tale schema standard.

Le conseguenze della nullità

 
uomo straccia contratto - fideiussione ABI nulla

Gli effetti della declaratoria della nullità della fideiussione ABI sono alquanto rilevanti: ove il giudice riconosca la invalidità della garanzia, il fideiussore non sarà invero tenuto a pagare alla banca il debito del soggetto garantito.

La questione è quindi molto sentita e costituisce aspro terreno di scontro, anche in considerazione dei risvolti economici che essa comporta.

Si consideri invero che, ove tutte le fideiussioni ABI fossero riconosciute nulle, le banche perderebbero la maggioranza delle proprie garanzie.

La giurisprudenza maggioritaria aveva in un primo tempo aderito alla tesi dei garanti ed era propensa a dichiarare senz’altro nulla l’intera fideiussione stesa su modulo ABI, con la conseguente liberazione dei fideiussori.

Più di recente, tuttavia, pare farsi strada un orientamento improntato a maggiore cautela, secondo cui la fideiussione contenente clausole di provenienza ABI non sarebbe nulla, atteso che l’invalidità colpirebbe solamente quelle clausole di contenuto identico a quelle dello schema predisposto dall’associazione.

La discussione comunque è molto serrata e i relativi sviluppi non sono prevedibili.

Di certo appare alquanto opportuno che il prestatore della fideiussione proceda quanto prima a un’accurata revisione del testo della propria garanzia, al fine di appurarne eventuali profili di invalidità e tutelare, nel miglior modo, la propria posizione.

Per consulenze in merito e per i servizi alle imprese ti invito a contattarmi scrivendo una mail a c.pagani@informapmi.it

Share via
Copy link
Powered by Social Snap