+39 0376 158 7316 | numero verde: 800 820 505 info@informapmi.it

La sicurezza sul lavoro è molto di più di un mero obbligo di legge: è una grande opportunità aziendale, che mira al benessere dei lavoratori, all’aumento della produttività e ad una migliore reputazione dell’Azienda stessa.

Ma partiamo dall’inizio: vediamo cosa si intende per sicurezza nei luoghi di lavoro e perché è così importante.

Cosa si intende per sicurezza sul lavoro?

Per “sicurezza sul lavoro” si intende l’insieme delle misure preventive e protettive da adottare per gestire al meglio la salute, la sicurezza e il benessere dei lavoratori, in modo da evitare o ridurre al minimo possibile l’esposizione dei lavoratori ai rischi connessi all’attività lavorativa, riducendo o eliminando gli infortuni e le malattie professionali.

Il luogo di lavoro deve essere quindi dotato degli accorgimenti necessari a garantire un certo grado di protezione contro la possibilità del verificarsi di tali incidenti, oltre ad un’attività di prevenzione adeguata ai possibili rischi in azienda precedentemente valutati con il DVR (Documento Valutazione Rischi).

Nel nostro paese, la sicurezza sul lavoro è regolamentata dal D.Lgs. 81/2008, ovvero il Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro, che rappresenta la norma di riferimento.

Il TU elenca le misure generali di tutela del sistema di sicurezza in azienda, che vengono poi integrate da procedure previste per rischi specifici o settori di attività (es. movimentazione manuale di carichi, videoterminali, agenti fisici, biologici e cancerogeni etc.).

Il datore di lavoro è il soggetto su cui ricadono tutti gli obblighi e le sanzioni economiche e penali nel caso di mancato adeguamento alle misure previste, mentre ai lavoratori viene chiesto di cooperare mantenendo l’ambiente di lavoro un posto sicuro.

Proprio perché il rispetto di tali norme è previsto per legge, ancora pochi riescono davvero a comprenderne la loro efficacia ed importanza, preoccupandosi soltanto di conoscere quali siano gli obblighi e le relative sanzioni o, ancora, quali azioni intraprendere per diminuire l’impatto delle nuove norme sulla propria organizzazione aziendale.

La maggior parte dei soggetti coinvolti, infatti, vedono il TU come un insieme di procedure che non produce valore e, anzi, va ad intralciare le normali attività produttive.

E così, i casi di infortunio sul lavoro e il numero di malattie professionali aumentano.

Quello che noi del Gruppo Remark, invece, abbiamo sempre cercato di promuovere e trasmettere ai nostri clienti è vedere questi obblighi di legge sotto una nuova prospettiva: è lì che nasce l’opportunità di diffondere una vera e propria “cultura della sicurezza” e della prevenzione.

Per fare questo, non bisogna limitarsi ad intervenire fisicamente sulla sicurezza dei macchinari, degli impianti e degli ambienti di lavoro, ma è indispensabile creare una coerenza organizzativa interna ai fini della prevenzione, agendo sui comportamenti dei lavoratori e datori di lavoro.

Infatti, la cultura della prevenzione si crea soprattutto a partire dalla formazione ed informazione. I lavoratori in primis non sono solo soggetti tutelati ma anche attori attivi, consapevoli delle condizioni del proprio ambiente di lavoro, dell’utilizzo dei dispositivi di sicurezza e partecipanti alla valutazione dei rischi aziendali e nella prevenzione.

Perché è così importante la sicurezza sul lavoro e la conseguente prevenzione?

La sicurezza sul lavoro aumenta laddove il livello di prevenzione è alto e a sua volta l’importanza della prevenzione è maggiore all’interno degli ambienti che hanno una grande consapevolezza non solo dei rischi a livello economico che un infortunio sul lavoro potrebbe causare, ma anche sul piano dell’engagement dei propri dipendenti in generale.

Infatti, vedere che un’azienda prende a cuore la sicurezza dei suoi lavoratori è uno dei fattori che determina una buona reputazione dell’azienda stessa.

Adottare delle misure che siano votate alla messa in sicurezza dei propri dipendenti incide poi fortemente anche a livello produttivo.

Facciamo un esempio pratico, è sufficiente immaginare un cantiere di operai che lavora nel totale rispetto delle norme di sicurezza, sulle quali tutto il personale è stato preventivamente formato, e confrontarlo con un cantiere dove i lavoratori si mettono all’opera con strutture precarie e attrezzature non corrette.

Non è difficile intuire che nel primo caso gli operai lavoreranno in maniera più rilassata e potranno dunque focalizzarsi totalmente sullo svolgere al meglio il proprio lavoro, non temendo per la propria incolumità, mentre nel secondo caso il fatto di non sentirsi del tutto sicuri non aiuterà la produttività.

L’importanza della sicurezza negli ambienti lavorativi non è mai sufficientemente ribadita: una cultura della prevenzione e della sicurezza rimane ad oggi una delle più grandi sfide della società contemporanea.

Scrivi a l.veneri@informapmi.it per mettere in sicurezza la tua Azienda!

Sicurezza In forma PMI
error: Content is protected !!
Share via
Copy link
Powered by Social Snap